Elezioni Regionali: Votare consapevolmente

Cari Gifrini,

le elezioni regionali sono alle porte, siamo pronti a “votare”?

Ci troviamo in un momento storico e sociale in cui, sono le statistiche a dircelo, gli italiani fanno davvero fatica a mantenere viva la fiducia verso la politica e i partiti. Così, come Commissione EPM, abbiamo pensato di riflettere facendo memoria su due concetti importanti: il “dovere di voto” e il “voto consapevole”.

Lasciamo la parola alla Nota dottrinale circa alcune questioni riguardanti l’impegno e il comportamento dei cattolici nella vita politicapubblicata nel 2002 dalla Congregazione per la Dottrina della Fede, che al punto 1 ricorda:

“L’impegno del cristiano nel mondo in duemila anni di storia si è espresso seguendo percorsi diversi. Uno è stato attuato nella partecipazione all’azione politica: i cristiani, affermava uno scrittore ecclesiastico dei primi secoli, «partecipano alla vita pubblica come cittadini». […] Le attuali società democratiche, nelle quali lodevolmente tutti sono resi partecipi della gestione della cosa pubblica in un clima di vera libertà, richiedono nuove e più ampie forme di partecipazione alla vita pubblica da parte dei cittadini, cristiani e non cristiani. In effetti, tutti possono contribuire attraverso il voto all’elezione dei legislatori e dei governanti e, anche in altri modi, alla formazione degli orientamenti politici e delle scelte legislative che a loro avviso giovano maggiormente al bene comune. La vita in un sistema politico democratico non potrebbe svolgersi proficuamente senza l’attivo, responsabile e generoso coinvolgimento da parte di tutti, «sia pure con diversità e complementarità di forme, livelli, compiti e responsabilità».

Mediante l’adempimento dei comuni doveri civili, «guidati dalla coscienza cristiana», in conformità ai valori che con essa sono congruenti, i fedeli laici svolgono anche il compito loro proprio di animare cristianamente l’ordine temporale, rispettandone la natura e la legittima autonomia, e cooperando con gli altri cittadini secondo la specifica competenza e sotto la propria responsabilità. Conseguenza di questo fondamentale insegnamento del Concilio Vaticano II è che «i fedeli laici non possono affatto abdicare alla partecipazione alla “politica”, ossia alla molteplice e varia azione economica, sociale, legislativa, amministrativa e culturale destinata a promuovere organicamente e istituzionalmente il bene comune», che comprende la promozione e la difesa di beni, quali l’ordine pubblico e la pace, la libertà e l’uguaglianza, il rispetto della vita umana e dell’ambiente, la giustizia, la solidarietà, ecc.”

Come gifrini rispolveriamo anche l’articolo 5 dallo statuto Il nostro Volto che al punto m, riporta:

“Siano presenti con la testimonianza della propria vita umana e anche con iniziative coraggiose, tanto individuali che comunitarie, nella promozione della giustizia e in particolare nel campo della vita pubblica, impegnandosi in scelte concrete e coerenti alla loro fede (Regola OFS, art. 15).”

 

Giovanni Paolo II, a proposito di S. Tommaso Moro (Patrono dei governanti e dei politici), ricordava come egli non avesse mai ceduto a nessun compromesso, testimoniando con la propria vita che «l’uomo non si può separare da Dio, né la politica dalla morale». Dunque, con questa consapevolezza, vi indichiamo qui di seguito le pagine ufficiali dei cinque candidati a Presidente della Regione Sicilia, in cui troverete i vari programmi elettorali:

 

http://www.sicilia5stelle.it/

http://www.nellomusumeci.it/

https://www.micaripresidente.it/

http://www.favapresidente.it/

http://www.sicilianiliberi.org/

 

 

 

 

La Commissione EPM

Festa del Sì: Alla fonte della gioia #LuceSia

La festa diventa per noi occasione per gioie e stare insieme ciò che sta alla base della gioia non è però solamente l’entusiasmo o l’euforia del momento ma l’aver fatto esperienza di Cristo nella propria vita, è questo il vero e unico fondamento della gioia che sperimentiamo.

Prepariamoci allora a vivere insieme la festa del Si dal titolo

Alla fonte della gioia, #LUCESIA che avrà luogo a Bagheria il 14 Maggio 2017!

Di seguito è riportato il programma della giornata.

  • 9:00 ARRIVI E ACCOGLIENZA PRESSO LA PALESTRA DELLA SCUOLA LUIGI PIRANDELLO
  • 9:30 ANIMAZIONE
  • 10:00 MOMENTO DI PREGHIERA INIZIALE
  • 10:15 PRESENTAZIONE DEL TEMA
  • 10:30 TESTIMONIANZA DI SUOR ANNA NOBILI
  • 12:00 “ALLA FONTE DELLA GIOIA” , MARCIA FINO IN PIAZZA BUTIFAR
  • 12:30 ADORAZIONE
  • 13:00 PRANZO A SACCO
  • 14:30 FESTA IN PIAZZA
  • 16:00 SANTA MESSA PRESSO LA CHIESA MADRE (Natività della beata vergine Maria)

scarica la locandina in PDF (clicca qui)