Assemblea Nazionale Gi.Fra: com’è bello e com’è dolce che i fratelli vivano insieme

Pace e bene a tutti voi fratelli e sorelle, rientrata dall’assemblea nazionale di inizio anno, svolta a Giovinazzo (BA) dal 7 al 9 ottobre, mi accingo a scrivere queste poche righe con il desiderio di condividere con voi questa esperienza per me nuova.

In questi giorni abbiamo fatto esperienza dell’incontro: giovani che come noi si impegnano a fare un cammino di fede; giovani che, seguendo l’esempio di Francesco, vogliono essere Cristiani, figli di Dio; giovani, non solo coetanei, ma fratelli di un’unica grande famiglia. Ed ecco che il mio cuore ha udito le parole del salmo 132 “Ecco, com’è bello e com’è dolce
che i fratelli vivano insieme!”
.

Abbiamo trascorso la prima parte della giornata nell’ascolto fraterno, ogni fraternità regionale ha condiviso le caratteristiche e le difficoltà del proprio cammino. Ci siamo poi confrontati sui propositi e sulle idee, per stabilire insieme le linee da seguire, un’unica meta per realtà che condividono un unico carisma.

Da questa esperienza mi porto dietro la bellezza del servizio, i giovani presenti a Giovinazzo non sono esseri speciali, sono solo giovani come altri che hanno ricevuto l’amore di Dio e hanno gustato il dono della fraternità. Grazie a quest’esperienza possono donare il proprio tempo ed energie alla cura della fraternità, di quei tanti fratelli che li hanno scelti come rappresentanti e guide.

Molto importante è stato riflettere sull’obiettivo verso cui vogliamo camminare. L‘intera famiglia nazionale sente la necessità di riscoprire le nostre radici e il carisma che ci contraddistingue. Per questo motivo cammineremo con San Francesco e Santa Chiara, padre e madre del nostro carisma, verso l’incontro con Dio. Per questo motivo gli strumenti che utilizzeremo saranno la Parola d Dio, gli scritti di Francesco e Chiara e il sussidio nazionale.

Chi siamo? Cosa ci contraddistingue? Cosa si aspetta la Chiesa da noi giovani francescani? In che modo testimoniamo il nostro essere cristiani francescani? Verso dove camminiamo? Questo cammino gifra mi sta aiutando nel discernimento della mia vita? Questo cammino si propone di suggerire spunti e una metodologia che possa guidare ogni giovane verso la scoperta del progetto che Dio ha per lui, attraversando l’esperienza di Francesco e Chiara nella propria vita.

Avendo chiaro l’articolo 10 dello Statuto Gi.Fra., il quale dice che la Gioventù Francescana, in piena comunione con l’Ordine Francescano Secolare, cura e anima i gruppi di fanciulli (Araldini), affinché, attraverso una pedagogia adatta alla loro età, siano iniziati alla conoscenza e all’amore della vita francescana (cfr.CCGG OFS, art. 25.), ci sono stati presentati gli obiettivi prefissi dalla commissione araldinato, presentandoci lo strumento che le fraternità potranno utilizzare per accompagnare i bimbi. Si tratta di una collana di 8 volumi cha si propongono di accompagnare l’araldino durante gli 8 anni di cammino dando la possibilità alla commissione di dedicare le energie verso la cura presente e concreta delle realtà regionali e locali.

Ringrazio la mia fraternità regionale che mi offre la possibilità di vivere queste esperienze di crescita, ringrazio ogni fratello che con la sua presenza rende unico quest’incontro e ringrazio di vero cuore il consiglio nazionale che, con impegno, sacrificio e amore, si prende cura di tutta la famiglia nazionale. In ultimo il grazie più grande va a Te, Dio Padre, che mi hai scelta, mi hai guidata e continui ad accompagnarmi nella mia vita, affinché ogni giorno possa tentar un passo verso la santità, pronto a ricondurmi sulla retta via quando il piede vacilla.

Giusy